Servizio di prevenzione e cura sociale,
orientamento e accompagnamento
alla gestione consapevole
del progetto di vita familiare e genitoriale

 

La maggior parte delle famiglie è normalmente attraversata da conflitti temporanei, mentre, In alcuni casi, la famiglia diviene teatro di conflitti anche molto forti e soprattutto persistenti nel tempo; i componenti vivono, in questi casi, una situazione di sofferenza, rabbia, frustrazione, derivata dall’incapacità di mettere in atto strategie alternative, e giunge così spesso a peggiorare sempre più fino a denunce per violenza e maltrattamenti.

Tali situazioni, generalmente cronicizzate nel tempo, possono beneficiare enormemente della presenza di un luogo di ascolto e mediazione di questa conflittualità, dove i componenti della famiglia diventano da portatori delle loro istanze a specialisti in grado di comprenderle e restituire una visione funzionale alla situazione, sganciata dal complesso di vissuti che permea la dimensione del conflitto vissuto in prima persona, prevenendo così situazioni ancora più disagiate.

Prendersi cura – Consulenza individuale e familiare

E’ rivolto a tutti le famiglie e le coppie e che si trovano o pensano di trovarsi in condizione di alta conflittualità, al fine di prevenire situazioni di maltrattamento o violenza intrafamiliare conclamata.

Il percorso consulenziale di cura sociale si basa sul Modello della Consulenza Sociale di Cura (CSC Model) fondato su un approccio di tipo sociologico e socio-terapeutico e mira ad analizzare le identità dell’individuo: identità da vissuto, identità sociale, identità reale/virtuale. Nel percorso si valuta: come l’individuo è stato rappresentato, come è rappresentato e come si rappresenta, al fine di rendere la persona consapevole di come le varie identità agiscono oggi nel suo presente, andando ad evidenziare ridondanze esistenziali e sintomi comportamentali espressi che ostacolano nel presente l’omeostasi identitaria.I quattro step di consapevolezza che il metodo prevede sono:

Consapevolezza dell’organicità della situazione (questa fase fa entrare in contatto la coppia/famiglia con l’organicità delle dinamiche che vengono agite).

Consapevolezza razionale (in questa fase ogni membro della coppia/famiglia è in grado di valutare la propria corresponsabilità nella costruzione del conflitto domestico).

Consapevolezza emotiva (le persone mettono in discussione la propria identità da vissuto).

Consapevolezza identitaria (le persone ricompongono il proprio puzzle identitario, ottenendo una nuova percezione di sé e andando a creare una nuova omeostasi di coppia e familiare).

Ridimensionamento dei toni del conflitto

Spostare la dialettica dall’accusa dell’altro alla propria corresponsabilità

Fornire alla persona la possibilità di comprendere il proprio vissuto e quanto questo possa eventualmente aver influito sulla propria attitudine a stare in una condizione di elevata conflittualità

Accogliere, riconoscere e condividere il vissuto razionale ed emotivo di ogni singolo componente della coppia/famiglia

Favorire un nuovo immaginario nella relazione di coppia/familiare capace di discostarsi da uno statico up and down e relativo esercizio del potere

Fornire alle singole persone nuovi strumenti funzionali alla propria situazione che prevedano la messa in gioco di strategie alternative di comportamento che si basino su una complessizzazione emotiva delle dinamiche relazionali e genitoriali

Il percorso ha una durata media di 12 incontri di 1 ora ciascuno da effettuarsi ogni 15 giorni, per un arco di tempo di circa sei mesi, ma può essere differenziato caso per caso a seconda del bisogno come definito all’interno del piano personalizzato di cura. Potrà esserne richiesto il prolungamento per altri sei mesi in caso di necessità.

Protezione – accompagnamento sociale

E’ rivolto alle famiglie che si trovano in una situazione di conflitti intrafamiliari dovuti anche a condizioni di disagio sociale conclamato, che necessitano di protezione e interventi di sostegno e inclusione.

Al percorso consulenziale individuale di cura sociale si affianca quando necessario un intervento di accompagnamento sociale per il sostegno economico, sociale e lavorativo della famiglia stessa, ove possibile, in integrazione con i servizi territoriali competenti. Oltre al percorso consulenziale di cura sociale sarà quindi possibile concordare con la famiglia, secondo necessità, anche interventi di accompagnamento sociale (es. ricerca alloggio, sostegno ai minori, sostegno legale, sostegno economico e materiale, ecc.).

Favorire il miglioramento della condizione generale famigliare

Fornire strumenti e mezzi idonei alla gestione della nuova e diversa vita quotidiana

Responsabilizzare e sostenere alle necessarie azioni di superamento del disagio sociale (abitazione, lavoro, genitorialità, ecc.)

Sarà predisposto in integrazione con i servizi territoriali competenti un piano di accompagnamento sociale concordato con la famiglia che potrà durare fino a sei mesi e anche oltre, secondo necessità.

Attivazione di SERFAMILY da parte di enti pubblici o del privato sociale

Segnalazione del servizio che ha la presa in carico chiamando il numero 338 3489008 o attraverso la mail con indicazione del nome e numero di telefono per il contatto che un nostro referente prenderà entro 48 ore.

A seguito del primo contatto si concorderà il percorso eventualmente possibile, che prevede comunque sempre:

Un primo incontro di conoscenza e chiarificazione delle possibilità di trattamento con la persona inviata

L’elaborazione di un piano eventuale di trattamento che dovrà essere sottoscritto dal servizio inviante nonché condiviso con la persona inviata

Lo svolgimento del percorso che consisterà in colloqui individuali specifici secondo il piano di obiettivi e la durata definita nel piano stesso

Un contatto intermedio di valutazione dell’andamento del percorso con il servizio inviante ed eventuale relazione intermedia

Una relazione di sintesi finale al servizio per indicare la chiusura del percorso e, a seconda dei risultati, il grado di consapevolezza che si ritiene raggiunto.

Accesso spontaneo a SERFAMILY

Richiesta di accesso al servizio chiamando il numero 338 3489008 o attraverso la mail con indicazione del nome e numero di telefono per il contatto che un nostro referente prenderà entro 48 ore.

A seguito del primo contatto si concorderà il percorso eventualmente possibile, che prevede comunque sempre:

Un primo incontro di conoscenza e chiarificazione delle possibilità di trattamento con la persona

L’elaborazione di un piano eventuale di trattamento che dovrà essere sottoscritto

Lo svolgimento del percorso che consisterà in colloqui individuali specifici secondo il piano di obiettivi e la durata definita nel piano stesso

Una relazione di sintesi finale per indicare la chiusura del percorso e, a seconda dei risultati, il grado di consapevolezza che si ritiene raggiunto.

I costi variano a seconda dei territori di riferimento in cui possono essere attivi progetti di finanziamento pubblico a copertura.

Nel caso non vi fossero finanziamenti il costo resta comunque agevolato ed è pari a Euro 50,00 /ora (anziché 80,00) per il numero di ore stabilite nel piano di cura. Sono disponibili offerte ulteriori a pacchetti specifici che possono essere contrattate al momento. – Informati con la segreteria per conoscere i dettagli –

La Rete AURORA accoglie sia richieste dirette delle persone che necessitano di aiuto, sia invii di servizi pubblici o privati, nonché di studi legali.

Per ogni tipo di richiesta sarà elaborato un percorso specifico con contratto di mandato professionale, progetto di aiuto, e se necessario, certificazioni, relazioni di percorso.

Chiamare il numero:   338 348 9008      

oppure  email:  progettomediante@gmail.com

Sedi fisiche operative si trovano nelle regioni Toscana, Marche, Emilia-Romagna

Altre sedi in luoghi diversi messi a disposizione dai servizi pubblici o da altri professionisti di quel territorio si potranno attivare secondo necessità di incontro fisico diretto dei richiedenti in zone specifiche e secondo accordi tra le parti.

Segreteria amministrativa
@mail: info@serviziosocialeaurora.it
Mobile: 333 8822385

Segreteria tecnico professionale
@mail: info@serviziosocialeaurora.it
Mobile: 338 348 9008