SerFAMILY prevenzione e cura dei confitti intrafamiliari

Un cambiamento di passo rispetto al fenomeno della violenza intradomestica è possibile se poggiato su un ripensamento del ruolo del maschio rispetto a quello femminile all’interno del proprio contesto  sociale e culturale .

A tal proposito, accanto all’intervento di consulenza di coppia o familiare saranno predisposti gruppi di riflessione per tutte le coppie e le famiglie che vorranno partecipare, in modo da stimolare una meta riflessione costruttiva sulla propria identità di genere che immagini nuove soluzioni e nuovi equilibri familiari capaci di oltrepassare una stereotipia che vede le sue radici nella notte dei tempi.

Il Metodo

L’intervento si basa su una metodologia di gruppo in cui coppie e famiglie si confronteranno sulla percezione di sé nel qui e ora, sull’immaginario che gli è stato passato dalle proprie famiglie di origine, sulla cultura che respirano ogni giorno nel proprio contesto di riferimento, sugli orizzonti da raggiungere per poter immaginarsi al passo di un presente in continuo divenire in cui gli stereotipi appaiono quanto meno obsoleti. Il gruppo sarà condotto da un esperto che utilizzerà metodologie che favoriscano la complessizzazione del ragionamento, in modo da poter analizzare il fenomeno familiare nei suoi nuovi mutamenti  e con le sue molteplici sfaccettature. La narrazione di sé, sarà favorita da strumenti quali le scritture al fine di poter raccogliere le testimonianze di questa tensione al ripensamento di nuovi equilibri familiari.

Obiettivi del percorso

Favorire l’auto riflessione del genere maschile e di quello femminile rispetto al concetto di coppia e famiglia alla luce del proprio immaginario  e di nuovi modelli e tensioni sociali. Favorire quindi la presa di posizione cosciente e consapevole di una necessità di cambiamento culturale rispetto alla propria identità di genere.

Risultati attesi

Immaginiamo che un’opportunità di questo tipo possa offrire la possibilità di soffermarsi sul concetto di famiglia che probabilmente negli ultimi anni necessita realmente di essere ridiscusso, oltre che per le dinamiche sociologiche che certamente non favoriscono la sua formazione e il suo sviluppo; anche   alla luce dell’eterno intreccio tra tradizione e nuove tensioni culturali emergenti.

Auspicando la conduzione in numerosi territori di gruppi di confronto sul tema, è possibile pensare ad una ricerca ed un’integrazione dei dati che usciranno fuori dai vari gruppi territoriali

Durata

A seconda del numero di partecipanti, e seconda dello loro esigenze verrà programmato un numero di incontri variabile rispetto agli obiettivi che il gruppo si prefigge. La stesura della propria testimonianza e della propria idea di nuovi equilibri famigliari  sarà uno step del lavoro, che potrà rimanere tale o diventare propedeutico alla stesura di un documento condiviso di intenti.

Costi

Il gruppo della durata di almeno 4 incontri di 2 ore l’uno ha il costo di euro 25,00 a incontro/persona per numero minimo 8/12 partecipanti.

Informati con la segreteria per conoscere i dettagli.

Sedi

Macerata:  Via Roma 4 – 62010 Treia

Prato: Via Bologna 114 – 59100 Prato

Salerno : Via Santissimi Martiri 32 – 84010 Sant’Egidio del Monte Albino   /  Via Gaspare Mosca 4 – 84125 Salerno

Pesaro:  Via Donizetti 20 – 61011 Gabicce Mare

Vicenza: Via Montegrappa 6 – 36016 Thiene

Varese : Via Roma 12 – 21020 Barasso

PREVENIRE : Riflettere in gruppo – SerFAMILY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *