Scarica la Scheda di presentazione

SerCURE Cura Sociale e Benessere Personale

In una società complessa, senza più modelli condivisi, in  assenza di parametri di riferimento e regole più o meno definite, diviene sempre più difficile orientarsi e conseguentemente potersi ritagliare un proprio ruolo sociale in cui riconoscersi e farsi riconoscere. Senso di inadeguatezza, mancanza di qualcosa in cui credere, ritiro in un proprio mondo che fatica ad essere condiviso, difficoltà nel portare avanti responsabilità a medio e lungo termine, dipendenze e ritualità sono solo alcuni dei sentiti emotivi o comportamenti che la società dell’incertezza per sua natura genera. Il percorso di consulenze individuale o di coppia qui proposto, si basa sul modello della Consulenza Sociale di Cura ad approccio sociologico e socio-terapeutico che mira ad analizzare l’identità dell’individuo. L’approccio sociologico e il tema dell’identità in particolare, appaiono infatti oggi come imprescindibili per la lettura di un disagio che appare trasversale a qualsiasi fascia di popolazione. Si propone come un’ottima possibilità nel “qui e ora” per evitare di patologizzare qualcosa che diviene facilmente spiegabile andando a rendere consapevole la persona su come le varie identità agiscono oggi nel suo presente, evitando che la persona si senta malata e vada a rivestire inevitabilmente quel preciso ruolo.

Il Metodo

Il percorso di cura si basa sul CSC Model ovvero il Modello della Consulenza Sociale di Cura che propone un metodo sviluppato su approccio di tipo sociologico e socio-terapeutico e mira ad analizzare le identità dell’individuo: identità da vissuto, identità sociale, identità reale/virtuale. Valuta come l’individuo è stato rappresentato, come è rappresentato, come si rappresenta. La finalità di questo lavoro con la persona, è quella di renderla consapevole di come le varie identità agiscono oggi nel suo presente, andando ad evidenziare ridondanze esistenziali e sintomi comportamentali espressi che ostacolano nel presente l’omeostasi identitaria.  L’approccio sociologico e il tema dell’identità in particolare, appaiono oggi come imprescindibili per la lettura della violenza di genere.

I quattro step di consapevolezza che il metodo prevede sono:

  1. Presa di consapevolezza dell’organicità e complessità della situazione (questa fase fa entrare in contatto la persona con una visione più ampia spostando il focus dal sintomo comportamentale espresso).
  2. Consapevolezza razionale (in questa fase la persona è in grado di valutare le proprie ridondanze mettendole in relazione con la propria identità da vissuto)
  3. Consapevolezza emotiva (la persone mette in discussione i bisogni indotti e sposta l’attenzione sui nuovi bisogni reali).
  4. Consapevolezza identitaria (la persona ricompone il proprio puzzle identitario, ottenendo una nuova percezione di sé e andando a creare una nuova omeostasi).

Il Percorso di cura

Obiettivi

  • Ridimensionamento del senso di disorientamento, disagio e inadeguatezza.
  • Fornire alla persona la possibilità di comprendere come la compartecipazione delle tre identità in caso di mancato equilibrio generino disagio e inadeguatezza.
  • Accogliere, riconoscere elaborare la propria identità da vissuto, l’identità sociale e quella virtuale per poter individuare i bisogni indotti e comportamenti disfunzionali
  • Far emergere i nuovi bisogni reali presenti.
  • Fornire nuovi strumenti funzionali alla propria situazione che prevedano la messa in gioco di strategie alternative capaci di creare una nuova omeostasi identitaria intorno ai nuovi bisogni della persona

Modalità di accesso

Attivazione di SerCURE da parte di enti pubblici o del privato sociale

  1. segnalazione del servizio che ha la presa in carico chiamando il numero 333 2901003  o attraverso il seguente modulo online  per il contatto che un nostro referente prenderà entro 48 ore
  2. a seguito del primo contatto si concorderà il percorso eventualmente possibile, che prevede comunque sempre:
  • un primo incontro di conoscenza e chiarificazione delle possibilità di trattamento con la persona inviata
  • l’elaborazione di un piano eventuale di trattamento che dovrà essere sottoscritto dal servizio inviante nonché condiviso con la persona inviata
  • lo svolgimento del percorso che consisterà in colloqui individuali specifici secondo il piano di obiettivi e la durata definita nel piano stesso
  • un contatto intermedio di valutazione dell’andamento del percorso con il servizio inviante ed eventuale relazione intermedia
  • una relazione di sintesi finale al servizio per indicare la chiusura del percorso e, a seconda dei risultati, il grado di consapevolezza che si ritiene raggiunto.

Accesso spontaneo a serCURE

  1. richiesta di accesso al servizio chiamando il numero 333 2901003 o attraverso il seguente modulo online  per il contatto che un nostro referente entro 48 ore.
  2. a seguito del primo contatto si concorderà il percorso eventualmente possibile, che prevede comunque sempre:
  • un primo incontro di conoscenza e chiarificazione delle possibilità di trattamento con la persona
  • l’elaborazione di un piano eventuale di trattamento che dovrà essere sottoscritto
  • lo svolgimento del percorso che consisterà in colloqui individuali specifici secondo il piano di obiettivi e la durata definita nel piano stesso
  • una relazione di sintesi finale per indicare la chiusura del percorso e, a seconda dei risultati, il grado di consapevolezza che si ritiene raggiunto.

Durata

Il percorso ha una durata media di 12 incontri di 1 ora ciascuno da effettuarsi ogni 15 giorni, per un arco di tempo di circa sei mesi, ma può essere differenziato caso per caso a seconda del bisogno come definito all’interno del piano personalizzato di cura. Potrà esserne richiesto il prolungamento per altri sei mesi in caso di necessità.

Costi

I costi variano a seconda dei territori di riferimento in cui possono essere attivi progetti di finanziamento pubblico a copertura. Nel caso non vi fossero finanziamenti il costo resta comunque agevolato ed è pari a Euro 40,00 /ora (anziché 70,00) per il numero di ore stabilite nel piano di cura

Informati con la segreteria per conoscere i dettagli.

Sedi

Macerata:  Via Roma 4 – 62010 Treia

Prato: Via Bologna 114 – 59100 Prato

Salerno : Via Santissimi Martiri 32 – 84010 Sant’Egidio del Monte Albino   /  Via Gaspare Mosca 4 – 84125 Salerno

Pesaro:  Via Donizetti 20 – 61011 Gabicce Mare

Vicenza: Via Montegrappa 6 – 36016 Thiene

Varese: Via Roma 12 – 21020 Barasso

PRENDERSI CURA: Consulenza individuale – SerCURE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *